Impressionismo 🎨🖌🖼

Impressione, levar del sole, di Claude Monet, 1874 – Museo Marmottan-Monet

Il periodo artistico che più sento vicino alla mia sensibilità è sicuramente l’impressionismo, con la sua ridefinizione dell’arte visiva, attraverso una innovativa rappresentazione della luce e del colore nella pittura. Con il suo dipinto rivoluzionario, Impressione, levar del sole, esposto per la prima volta a Parigi nell’aprile 1874, Claude Monet diede, involontariamente, il nome al nascente movimento impressionista che, a quel tempo, includeva anche altri artisti contemporanei come Pissarro, Manet, Renoir e Sisley. Il termine fu stato usato in senso spregiativo dal critico d’arte Louis Leroy nella sua critica della mostra collettiva che i pittori avevano organizzato in opposizione alla scuola accademica. Ciononostante, il termine fu ripreso dal movimento come un modo per descrivere il loro approccio alla pittura. Impressionismo era un termine in uso prima che questo dipinto fosse esposto nel 1874 per descrivere l’effetto di una scena naturale sul pittore o l’effetto di un dipinto sullo spettatore.

Sulla Senna, di Auguste Renoir, 1875

Un altro esempio di questo nuovo modo “impressionistico” di dipingere, ispirato al movimento, è il dipinto di Auguste Renoir raffigurante una composizione all’aperto che sembra essere stata ispirata da un’escursione quotidiana, Sulla Senna del 1875. Colori intensi e contrastanti definiscono questa scena tranquilla e rilassante sulla Senna, vicino a Parigi, con vividi riflessi nell’acqua e un treno a vapore che passa sullo sfondo. Questo dipinto trasmette l’idea di una composizione creata e realizzato en plain air, a seguito dell’impressione sul pittore di un’immagine che ha vissuto direttamente e, probabilmente, catturata sul posto.

Nella serra, di Edouard Manet, 1879

I soggetti preferiti degli impressionisti andavano ovviamente oltre la rappresentazione della natura e della luce. I soggetti popolari erano anche figure umane, anche se allontanandosi dalla tradizione prevalente del tempo, raffiguravano amici e familiari in momenti ordinari, piuttosto che persone storiche o importanti che proiettavano il loro status o la loro realizzazione epica. Il doppio ritratto di Edouard Manet, Nella serra, rappresenta una coppia di amici del pittore nel loro giardino, ma senza una apparente connessione intima tra la coppia.

Natura morta, di Paul Gauguin, 1884

Paul Gauguin è famoso per i suoi dipinti della sue ultime fasi artistiche, che hanno portato alla nascita di un nuovo movimento pittorico che si è poi staccato dall’impressionismo. Nel suo primo periodo di produzione artistica anche Gauguin aveva abbracciato i temi e le tecniche degli impressionisti suoi contemporanei. Questa Natura morta, da lui dipinta nel periodo immediatamente successivo al divorzio da sua moglie, risuona in armonia con le tecniche impressioniste delle rapide pennellate che definiscono il cesto di rose selvatiche. La serenità della scena contrasta con il periodo turbolento che il pittore stava attraversando nel suo percorso personale, dopo la sua decisione di dedicare la sua vita alla pittura.

Westminster Bridge, di Giuseppe De Nittis, 1878

Gli impressionisti francesi emersero per la prima volta nel 1874 con la loro prima mostra nel 1877 al Salon di Parigi, una mostra d’arte che si svolgeva ogni anno e mostrava le nuove tendenze artistiche. I pittori macchiaioli italiani emersero per la prima volta anni prima del movimento impressionista francese, nel 1859, con la loro prima mostra nel 1860 all’Accademia fiorentina. I macchiaioli proponevano una pittura tecnicamente più libera dalle imposizioni e dalle formalità accademiche prevalenti all’epoca, Quindi, si potrebbe arguire che il movimento di innovazione artistica abbia avuto origine in Francia, essendo emerso in Italia decenni prima e portato avanti anche in Italia, con artisti come Giuseppe De Nittis, Giovanni Boldini e Federico Zandomeneghi, che hanno poi anche trascorso parte della loro vita artistica a Parigi, insieme ai loro colleghi francesi, più propriamente considerati come esponenti dell’ impressionismo.

Autoritratto, di Giovanni Boldini, 1882

Anche se tradizionalmente identifichiamo il movimento impressionista come qualcosa di specifico per un gruppo di pittori francesi che vivevano a Parigi intorno al 1880, le ramificazioni e le influenze delle loro innovazioni artistiche vanno ben oltre i primi maestri impressionisti francesi. Molti altri pittori, musicisti e scrittori sono rimasti colpiti da queste idee rivoluzionarie e le hanno tradotte in altri contesti nazionali o espressivi. Pittori di diverse nazionalità sono stati attratti dagli esuberanti circoli artistici di Parigi, come nel caso di De Nittis, Boldini e Zandomeneghi dall’Italia, Alfred Sisley dalla Gran Bretagna, Mary Cassatt dall’America e Camille Pissarro dalla Danimarca.

Mathilde, di Federico Zandomeneghi, 1890

Oltre alla pittura, la rivoluzione artistica scatenata dall’impressionismo si espanse anche ad altre arti, principalmente alla musica e alla letteratura. Claude Debussy, Maurice Ravel ed Erik Satie sono spesso descritti come compositori impressionisti, anche se costoro hanno respinto tale etichettatura del loro lavoro come dispregiativa. Sicuramente le loro composizioni erano più suggestive, atmosferiche e in netto contrasto con gli eccessi emotivi della musica romantica. Allo stesso modo, poeti e scrittori come Arthur Rimbaud, Verlaine e Baudelaire sono stati influenzati dalle innovazioni degli impressionisti e hanno trasferito i loro approcci anche alla letteratura.

Bibliografia essenziale

Arti visive

Puoi seguirmi anche sui miei altri canali di social media:

e iscriverti agli aggiornamenti via email di questo blog:

One thought on “Impressionismo 🎨🖌🖼

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s